Seguici su Twitter | | Mercoledì, 27 Settembre 2017 | English Version
Rete Imprese Italia
Home Chi siamo Associazioni di settore Rete territoriale Enti e società Servizi e Uffici centrali Europa
Comunicati Stampa Appuntamenti Per il Sistema Convenzioni Contatti e links

Login
Registrati
Scrivi al sito



Interviste e recensioni
ZYGMUNT BAUMAN:
''Vite che non possiamo permetterci''

Vite che non possiamo permetterci è l’ultimo libro di Zygmunt Bauman edito da Laterza. Uno dei piu' grandi filosofi e sociologi del nostro tempo in questa sua ultima 'fatica' analizza i mutamenti del diritto, dell’economia,della cultura, dellala politica,della religione, e dei sentimenti al tempo nostro.
 
Un esempio tra i tanti delle nostre esistenze: nel 2006 solo negli Stati Uniti sono stati eseguiti undici milioni di interventi cosmetici. La pubblicità tipica di una clinica di chirurgia cosmetica (attività che ha ormai dato vita a una enorme e lucrosa industria) è carica di tentazioni cui difficilmente una donna preoccupata per il proprio aspetto riesce a resistere.
 
E così la storia si ripete per l’ennesima volta: un corpo femminile ‘non migliorato’ è stato scoperto come ‘terra vergine’ non ancora messa a coltura. Neanche un centimetro quadrato del corpo di una donna è impossibile da migliorare. La vita è incerta – per una donna ancor più che per un uomo – e quell’insicurezza è potenzialmente un capitale che nessun uomo d’affari degno di questo nome terrebbe fermo. Poiché nessuna quantità di Botox, per quanto regolarmente applicata, potrà fugare quell’insicurezza, le aziende possono ben sperare in un flusso continuo e crescente di profitti.
 
L’arte della vita, tanto sfaccettata, si può ridurre (questo il messaggio) a una sola tecnica: lo shopping sapiente e coscienzioso. Al quale nemmeno il corpo sfugge. Anche a costo di trasformarci tutti, vecchi e giovani, in una razza di debitori.Oppure Baumanni richiama l'importanza del "mettere in scena il proprio privato" con i social network. Con Facebook "cio' che si e' acquistato e' una rete, non una comunita'. E le due cose, come si scoprira' prima o poi si rassomigliano come il gesso con il formaggio". Perche' la prima "ci segue da presso", la seconda "puo' essere poco o nulla interessata alla nostra ottemperanza alle sue norme e quindi ci lascia piu' agio e soprattutto non ci penalizza se ne usciamo".  E' la speigazione, ulteriore e approfondita della "societa' liquida" che la base dell'analisi teorica di Baumann.
 
Il libro di Zygmunt Bauman, "Vite che non possiamo permetterci" (Laterza, Roma-Bari, 2011)












Official Web Site: Confesercenti.it Web Master: Elzevira