Seguici su Twitter | | Lunedì, 25 Settembre 2017 | English Version
Rete Imprese Italia
Home Chi siamo Associazioni di settore Rete territoriale Enti e società Servizi e Uffici centrali Europa
Comunicati Stampa Appuntamenti Per il Sistema Convenzioni Contatti e links

Login
Registrati
Scrivi al sito




Crisi, Saccomanni: "Italia ha potenziale per invertire il ciclo sfavorevole"

"Pure nella prolungata fase di debolezza dell'attivita' economica, l'Italia ha il potenziale per invertire il ciclo sfavorevole, a patto di mantenere costante l'attenzione al risanamento di bilancio, precondizione per preservare la stabilita' finanziaria". Lo ha sottolineato il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni. "Tramite una tenace azione di consolidamento fiscale l'Italia - ha detto Saccomanni - ha conseguito l'importante risultato della chiusura della procedura europea di deficit eccessivo che apre qualche spazio per il sostegno della domanda aggregata, soprattutto per investimenti produttivi mirati all'attuazione delle riforme strutturali''.
''Lo sforzo intrapreso dall'Italia - ha evidenziato Saccomanni - testimonia una volonta' di cambiamento e riforma che la Commissione europea ha apprezzato e sostenuto e di cui si auspica la continuazione. Vanno interpretate in tal senso anche le raccomandazioni che il Consiglio si appresta a indirizzare all'Italia che erano gia' chiaramente indicate nel programma di Governo, sintesi peraltro delle istanze che le imprese e i cittadini stessi hanno rappresentato alle forze politiche: semplificazioni amministrative e burocratiche, minor prelievo fiscale, lotta alla corruzione e all'evasione fiscale, riforma del processo civile, accresciuta concorrenza, attenzione costante a migliorare la capacità che le persone esprimono nel lavoro". Per Saccomanni, ''l'inversione del ciclo economico potrà compiutamente realizzarsi in un contesto regolamentare e istituzionale radicalmente migliorato. Ne discenderebbero la ripresa dell'attività d'investimento, rinnovate prospettive occupazionali, la rimozione degli ostacoli che impediscono la crescita dimensionale delle nostre imprese, che ne frenano la proiezione sui mercati internazionali, in questi anni decisiva per le sorti dell'intera economia".



Notizia del 13/06/2013

430


Invia articolo

Stampa articolo











Official Web Site: Confesercenti.it Web Master: Elzevira