Seguici su Twitter | | Sabato, 25 Novembre 2017 | English Version
Rete Imprese Italia
Home Chi siamo Associazioni di settore Rete territoriale Enti e società Servizi e Uffici centrali Europa
Comunicati Stampa Appuntamenti Per il Sistema Convenzioni Contatti e links

Login
Registrati
Scrivi al sito

Appuntamenti
Imprese: arriva ComUnica, da aprile nascite e variazioni con un click

Tutto in un click.

A partire dal 1° aprile 2010 tutti gli adempimenti relativi alla nascita di un'impresa, o alle variazioni di aziende gia' esistenti, saranno possibili attraverso una semplice procedura telematica, una singola comunicazione al Registro delle Imprese (registodelleimprese.it).Entrera', infatti, in vigore 'ComUnica', la Comunicazione unica d'impresa, che diventera' l'unico strumento valido per le pratiche delle imprese. Dal 1° ottobre l'uso di ComUnica' e' stato invece facoltativo, essendo comunque attivo con pieno effetto legale.

Una vera 'rivoluzione', quindi, visto che finora le imprese
hanno evaso gli obblighi riguardanti l'Agenzia delle Entrate, l'Inail,
l'Inps e le Camere di Commercio con procedure diverse per ogni ente. A
seconda della natura dell'impresa (individuale o societa') si
utilizzavano, infatti, moduli cartacei, sistemi telematici,
trasmissioni via fax e presentazioni allo sportello per richiedere il
codice fiscale e la partita Iva, oppure aprire la posizione
assicurativa presso l'Inail, chiedere l'iscrizione all'Inps dei
dipendenti o dei lavoratori autonomi, chiedere l'iscrizione al
Registro delle Imprese, tenuto dalle Camere di Commercio.

Tantissime operazioni, e tante perdite di tempo per gli
imprenditori, che con 'ComUnica' abbreviano invece i diversi passaggi
burocratici. E questo grazie ai quattro enti (Agenzia delle Entrate,
Inail, Inps e Camere di Commercio) che si sono coordinati, sfruttando
i benefici offerti dalla telematica, rivolgendosi cosi' a un solo
canale, il Registro delle Imprese. L'obiettivo dell'iniziativa e'
raggiungere la razionalizzazione della procedura, una gestione degli
adempimenti piu' facile e tempi di attesa dell'esito delle pratiche piu' brevi.

La nuova procedura, regolata dall'articolo 9 del decreto legge 7/2007, convertito con la legge 40
del 2 aprile 2007, e' quindi esclusivamente telematica. Prevede,
infatti, l'utilizzo del software gratuito 'ComUnica', a disposizione
degli utenti sul sito registrodelleimprese.it , portale che le Camere
di Commercio mettono a disposizione di imprese, professionisti,
cittadini. In alternativa e' possibile utilizzare il software
'StarWeb', all'indirizzo starweb.infocamere.it (oppure prodotti
compatibili proposti sul mercato).

Ma come funzione la procedura 'anti-burocrazia'? La
'Comunicazione unica' deve essere inoltrata, utilizzando la firma
digitale, all'ufficio del Registro delle imprese presso la Camera di
Commercio di competenza, che provvedera' a inoltrarla a sua volta agli
altri enti (Agenzia delle Entrate, Inps, Inail). Una volta inviata la
pratica, il Registro delle imprese spedisce automaticamente
all'indirizzo di posta elettronica certificata (pec) d'impresa la
ricevuta di protocollo, e la ricevuta della Comunicazione Unica,
valida per l'avvio dell'impresa; e provvede allo smistamento, verso
tutti gli enti coinvolti, della comunicazione stessa.

Entro 5 giorni la Camera di commercio di competenza comunica,
quindi, l'iscrizione all'indirizzo pec d'impresa (e al mittente della
pratica come consueto), ed entro 7 giorni i singoli enti comunicano
gli esiti di competenza, sia all'impresa che al Registro delle
imprese.

Strumento indispensabile per l'accesso
alla 'Comunicazione unica' e' quindi la casella di posta elettonica
Pec, ovvero la casella di posta elettronica certificata dell'impresa.
E' solo attraverso la Pec che avviene la comunicazione tra l'utente e
i vari enti pubblici. Infatti, la pratica inoltrata deve essere
firmata digitalmente e deve riportare l'indicazione dell'indirizzo di
posta elettronica certificata (pec) dell'impresa. Nel modello di
'Comunicazione unica' deve essere indicata la casella di posta
elettronica certificata corrispondente alla casella dell'impresa, in
quanto le ricevute e le comunicazioni relative al procedimento sono
trasmesse a tale indirizzo, oltre che al mittente.

Per ottenere una casella di posta elettronica certificata e'
necessario rivolgersi ad un gestore accreditato presso DigitPa
(ex-Cnipa). Inoltre, come indicato nel sito www.registroimprese.it,
nel caso si tratti di impresa individuale, sprovvista di casella di
pec, la richiesta puo' essere fatta tramite l'applicativo 'ComUnica',
e la Camera di commercio destinataria provvedera' all'immediata
assegnazione di una casella Pec transitoria, senza costi per
l'impresa. Le societa', invece, devono essere gia' provviste di
indirizzo pec da iscrivere nel Registro delle imprese, in sede di
presentazione della domanda di iscrizione. Il call center 'ComUnica'
e' 199.50.20.10. Le Camere di Commercio organizzano anche,
periodicamente, corsi di formazione sulla Comunicazione Unica. Per
informazioni sul calendario corsi si puo' contattare la Camera di
Commercio della propria provincia.






Official Web Site: Confesercenti.it Web Master: Elzevira